» Appennino Reggiano - Cronaca

Trading online truffa, due denunce dei carabinieri


Avendo in disponibilità la somma di 4.000,00 euro che voleva investire, un 60enne di Toano, iniziava a documentarsi sulle varie forme di investimento, in particolare tramite le piattaforme del cosiddetto “Trading Online”. Durante le ricerche in rete individuava un agenzia che offriva rendimenti elevatissimi rispetto a quelli indicati dai normali istituti di credito. La presenza di un recapito telefonico portava l’anziano a contattarlo per avere maggiori delucidazioni.

Incontratosi a Toano con un collaboratore dell’agenzia e ottenuti  chiarimenti sulle modalità di investimento dei risparmi e le possibilità di guadagno correlate l’anziano  stipulava un contratto online con l’agenzia e versava, in più tranches, un totale di circa 4.000,00 euro da investire.

I versamenti venivano accreditati nel conto online al medesimo intestato, originato dall’agenzia truffaldina, dove poteva estrapolare l’estratto conto e avanzare richieste di prelevamenti.  I rendimenti “esca” ritenuti soddisfacenti dal 60enne lo inducevano a coinvolgere anche il figlio convivente, che  stipulava anche lui un contratto di mandato per l’investimento nella piattaforma IG (mercato valute) con la stessa agenzia e lo stesso collaboratore a cui consegnava la somma di euro 8.000,00 da investire.

Successivamente a seguito di richieste di prelevamento dal conto online, al 60enne veniva risposto che doveva attendere che vi fossero liquidità e pertanto non riceveva alcuna somma. Stessa richiesta a questo punto veniva fatta dal figlio che non riceveva alcuna risposta. Insospettiti dal comportamento dell’agenzia i due effettuavano una ricerca sul web accertando che il titolare dell’agenzia a cui si erano rivolti era finito in carcere per una truffa da 72 milioni di euro in relazione a risparmi spariti.

Materializzato di essere rimasti vittima di una truffai due congiunti si rivolgevano ai carabinieri di Toano che avviavano le indagini identificando i due responsabili (titolare dell’agenzia e collaboratore incontratosi a Toano con il 60enne) identificati in un 43enne di Portogruaro e un 45enne dell’udinese che venivano quindi denunciati alla Procura reggiana per il reato di concorso in truffa, avendo i carabinieri di Toano acquisito a loro carico  elementi di responsabilità.

Il sistema messo in piedi dai due era molto semplice: il 43enne di Portogruaro turlupinava le sue vittime facendosi dare i soldi con promesse di rendimenti da capogiro. Inizialmente restituiva gli interessi per carpire la fiducia, usando in realtà gli stessi soldi di altri ignari clienti. Proprio come avvenuto per i due congiunti di Toano rimasti vittima del raggiro con perdite stimate in circa 10.000 euro.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie - Parma 2000
© 2017 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 14 query in 0,087 secondi •